Questo sito utilizza cookie tecnici.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie

Progetto " IO.DIVERSITA' "


venerdì, 29 marzo 2019
image00009.jpeg

progetto DI INCLUSIONE: Io.Diversità

partecipano le classi  3^ A sala, 3^ A sc, 4^ B eno, 4^ B sala, 3^ B eno, e in seconda mattinata, le classi 2^ A se, 2^ B se, 2^ F se.

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con quellidelsabato.it, l’associazione che fa parte dell’AVB di Bellinzago (No), da più di vent’anni impegnata nella realizzazione di attività ludiche con progetti che diventano nel tempo sempre più strutturati: FOOD, GUSTI DIVERSI, CONSERVE DI CARATTERE, RICETTE CONVERSATE, JUST MINE, FATTI UNA RISATA, e il premiato corto LA PANCHINA. Il gruppo nasce nel 1992, per iniziativa spontanea di alcuni amici che decidono di creare occasioni di incontro e divertimento per i ragazzi diversamente abili del territorio, affidati, sino a quel momento, ai servizi sociali e ai loro genitori.

 

INCONTRO DEL 26 MARZO 2019

I volontari ci raccontano la loro esperienza nell’Aula Magna Bonfantini, soffermandosi su quella diversità che per loro è unicità, ricchezza, valore, opportunità di valorizzare le persone, tutte, come tutti coloro che coinvolgono nei loro progetti, sempre curati nei contenuti e nella forma.

 

Le attività inclusive

L’obiettivo della discussione mattutina è accompagnare i ragazzi a saper distinguere, giudicare, criticare, pensare, liberi da pregiudizi o preconcetti. Iniziamo con un video (in time lapse), e con una rassegna di fenotipi differenti, presentati in sequenza, secondo una visione stereotipata del concetto diversità. Il messaggio finale vuol essere una sorta di provocazione sull’utilizzo dei termini che possono contenere intenzioni discriminatorie. I volontari invitano allora i presenti, a mettere in scena le proprie idee, per un’esperienza ludica sulla propria e altrui diversità. Vengono scelti dei caposquadra per rappresentare due grandi squadre, formate una dalle terze e l’altra dalle quarte. Il gioco è Indovina, chi è meno diverso?, tutti devono rispondere autenticamente a 50 quesiti su cui soffermarsi, stimolati dalla proiezione di una serie di immagini. Ottenuti i risultati, vince la squadra che indovina le risposte più condivise dal gruppo opposto, con cui riesce a far sedere più studenti, fino a far sedere tutti i componenti della squadra avversaria. Nel secondo gioco: Scopriamo i punti in comune? i volontari formano quattro squadre; agli angoli dell’aula i ragazzi devono rispondere alle domande, spostandosi al centro quando la riposta è affermativa. Si formano gruppi eterogenei rispetto a quelli iniziali. A conclusione dell’evento, si assiste alla proiezione del video danese https://www.facebook.com/beingliberal.org/videos/ che ben rappresenta questo gioco, riflettendo poi sui risultati ottenuti e i contenuti trattati.

La referente del progetto è la prof.ssa Zanatta

image00001.jpeg 

image00002.jpeg 

image00003.jpeg

image00004.jpeg 

image00005.jpeg 

image00006.jpeg 

image00007.jpeg

image00008.jpeg 

image00009.jpeg 

image00010.jpeg 

image00011.jpeg 

image00012.jpeg 

image00013.jpg